Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Aforismi

Roberto Esposito

Politico e impolitico

Documenti correlati


Io preferisco chiamare l'impolitico più che una categoria, diciamo, una prospettiva, una modalità di sguardo, un modo di guardare alla politica; e non la chiamo categoria perché categoria già dà l'idea di qualche cosa di compiuto, di definito, di un concetto, diciamo. Mentre si tratta, in questo caso, appunto più di una tonalità, di una modalità di sguardo. E poi è difficile definire l'impolitico perché in qualche modo esso prende corpo proprio in opposizione alla categoria di rappresentazione

La rappresentazione è stata la grande categoria della politica; la politica ha sempre avuto bisogno di rappresentazione, di rappresentanza. C'è questo grande filosofo e politologo tedesco, Carl Schmitt, che dice: nel nostro tempo (si tratta di un saggio degli anni venti) in fondo il monopolio della politica è ormai tenuto solamente dalla chiesa cattolica, perché solamente la chiesa cattolica romana possiede questa potenza della rappresentazione, cioè questa capacità di legare sempre il fatto politico, la decisione politica all'idea, il diritto alla giustizia, il bene al potere. Ecco, se dovessi dire in negativo a cosa allude l'idea di impolitico, direi proprio questo: che tenta di interrompere questo circuito, questa connessione tra bene e potere tipica della tradizione della filosofia politica. Cioè tenta di, in qualche modo, identificare la realtà della politica, il fatto della politica, nella sua dimensione realistica di fattualità, di effettualità, senza legittimarla in valore, senza stabilire un rapporto teologico-politico tra il conflitto politico (in fondo la politica ha al suo fondo sempre un conflitto di potere per il potere, anche se rivolto a fin di bene).

Ecco, l'impolitico, in qualche modo, determina, confina la politica nel suo elemento realistico di puro fatto, di semplice fatto, diciamo così; e quindi sfugge al corto circuito teologico-politico che tende invece a definire questo fatto come valore, a valorizzare il fatto della politica. Naturalmente ciò non vuol dire che la prospettiva dell'impolitico, identificando la politica nel suo elemento fattuale, perda ogni riferimento a una alterità; solo che considera questa alterità (il bene, la giustizia, il valore) come qualche cosa di indicibile politicamente. E questo è un riferimento che non può essere rovesciato in positivo per non cadere in una forma di autolegittimazione, di ideologia, di idolatria, si può dire.

Quindi l'impolitico, in definitiva, non contrappone alla politica un'altra realtà, ma semplicemente identifica la realtà della politica per quello che è, senza farne l'apologia; cioè mantiene un atteggiamento, come dire, di riserva mentale rispetto a un'ipotesi di valorizzazione, di apologia della politica. Si pensi, per esempio, a come funziona la macchina legittimante della modernità; ecco, funziona in questo modo: definendo per ogni concetto un'opposizione che pone in un polo tutto il bene e in un polo tutto il male, in un polo tutto il positivo e in un polo tutto il negativo. Si pensi per esempio alla democrazia contrapposta al totalitarismo, al lògos contrapposto al mito, all'Occidente contrapposto all'Oriente.

Ecco, l'impegno dell'impolitico è quello di demistificare, di sfondare, di criticare questo atteggiamento autolegittimante della modernità che dice: "io, con le mie categorie, sono il valore", contrapponendosi a un disvalore che essa stessa, in qualche modo, costituisce.


Biografia di Roberto Esposito

Leggi l'intervista da cui è stato tratto questo aforisma

Aforismi dello stesso autore

Partecipa al forum "I contemporanei"

Tutti i diritti riservati