Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

William James

New York, 1842 - 1910

Documenti correlati


William James nacque a New York l'11 gennaio 1842. Figlio del filosofo trascendentalista Henry Sr. e fratello del celebre romanziere Henry Jr., trascorse la giovinezza viaggiando per l'Europa e frequentando i corsi di Helmholtz e Wundt. Si laureò in medicina nel 1869 all'Università di Harvard, ma negli anni successivi si dedicò allo studio della filosofia e della psicologia, di cui negli Stati Uniti fu il primo docente universitario (a Harvard, dove, a partire dal 1873, fondò uno dei primi laboratori di psicologia sperimentale). Nel frattempo era nato il Metaphysical Club, un gruppo a cui, oltre a James, parteciparono C. S. Peirce, O. W. Holmes, N. S. Green, e da cui si sviluppò il pragmatismo, corrente filosofica di cui James è, insieme a Peirce, l'esponente più rappresentativo dell'Ottocento. Nel 1890 ottiene, sempre ad Harvard, la cattedra di filosofia, e pubblica i Principi di psicologia (1890), in due volumi, opera precorritrice diretta del funzionalismo, che applica alla comprensione dei fenomeni psichici un metodo insieme fenomenologico e genetico-funzionale di matrice darwiniana, in cui la realtà psichica è vista come «flusso di coscienza» (stream of consciousness) da descriversi nella sua immediatezza al di là di ogni sovrastruttura metafisica (positivistica o idealistica). Tra le altre opere: La volontà di credere e altri saggi di filosofia popolare (1897); La varietà dell'esperienza religiosa (1902); Pragmatismo (1907); Il significato della verità (1909); Un universo pluralistico (1909): Alcuni problemi di filosofia (incompiuta, 1911) e Saggi sull'empirismo radicale (postumi, 1912).
Muore a Chocorua, nel New Hampshire, il 29 agosto del 1910.

Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Brani antologici

Tutti i diritti riservati