Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Paul-Laurent Assoun

Constantine (Algeria), 24 agosto 1948

Documenti correlati

VITA
Paul-Laurent Assoun, nato il 24 agosto 1948 a Constantine (Ageria), dopo aver fatto studi di filosofia, psicologia, politica e diritto pubblico alla Sorbonne, all'École normale supérieure e alla Fondation nationale des Sciences politiques, ha conseguito l'agrégation e il dottorato in filosofia. Successivamente ha insegnato alle Università di Paris I e di Paris VIII (Dipartimento di Psicoanalisi), all'Università della Piccardia, al Collège de Philosophie ecc. Nel 1981 ha ottenuto la cattedra di Filosofia politica all'Università di Nimègue. E' direttore di collana alle Presses Universitaires de France.
OPERE
Freud, la philosophie et les philosophes, Presses Universitaires de France, Paris, 1976; Marx et la répétition historique, Presses Universitaires de France, Paris, 1978; con G. RAULET, Marxisme et théorie critique, Payot, Paris, 1978; Freud et Nietzsche, 1980 (Prix Bordin 1981 dell'Académie Française); Introduction a l'épistémologie freudienne, Payot, Paris, 1981; Freud et la politique, "Pouvoirs", 11, Presses Universitaires de France, Paris, 1981. Paul-Laurent Assoun :ha curato inoltre la pubblicazione di SIGMUND FREUD, L'intérêt de la psychanalyse, Retz, 1980; JULIEN OFFROY DE LA METTRIE, L'homme machine, Denoël-Gonthier, Paris, 1981; PAUL RÉE, De l'origine des sentiments moraux, Presses Universitaires de France, Paris, 1982.
PENSIERO
Al centro della ricerca di Paul-Laurent Assoun c'è la rottura epistemica decisiva che divide l'oggetto dal soggetto (inconscio) del sapere. Dopo la rinuncia al progetto freudo-marxista di una congiunzione immediata di marxismo e psicoanalisi, si tratta per Assoun di valutare criticamente l'aporia dell'inconscio e della realtà storico-sociale, per cogliere le condizioni di possibilità della loro interazione. Questo programma si è precisato in due direzioni: con la messa in cantiere di un Traité d'épistémologie freudienne, in cui la logica del sapere analitico viene reinterpretata, anche attraverso un confronto tra Freud et Wittgenstein, sulla base della fondazione freudiana; e poi con il ritorno alla questione dei rapporti tra il politico e l'ordine dell'inconscio. Un particolare interesse ha manifestato Assoun per lo statuto della verità analitica nella sua relazione con la femminilità.


Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Interviste

Tutti i diritti riservati