Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La CittÓ del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
ę Copyright
Rai Educational
 

Giuseppe Gembillo

Piraino (ME), 1949

Documenti correlati

VITA
Giuseppe Gembillo, nato il 24 luglio 1949 a Piraino (ME), dopo la maturitÓ classica ha conseguito la laurea in Filosofia presso la FacoltÓ di Lettere e Filosofia dell'UniversitÓ di Messina. Nel 1973-74 Ŕ stato borsista presso l'Istituto Italiano per gli Studi Storici, fondato a Napoli da Benedetto Croce. Successivamente Ŕ stato, prima allievo e poi docente, presso l'Istituto Italiano per gli Studi filosofici, fondato da Gerardo Marotta. Dal 1974 al 1980 Ŕ stato assegnista presso la cattedra di Storia della Filosofia della FacoltÓ di Lettere dell'UniversitÓ di Messina. Dal 1981 al 1992 ha ricoperto il ruolo di ricercatore nella stessa sede. Dal 1991 insegna Filosofia della Scienza presso la FacoltÓ di Lettere e dal 1993 Ŕ professore associato di Storia della filosofia moderna e contemporanea presso la FacoltÓ di Magistero dell'UniversitÓ di Messina. Fa parte del Comitato scientifico della rivista telematica Galileo e del Comitato di redazione di Criterio e di Studi Crociani; Ŕ condirettore della Collana Conversazioni filosofiche, edita dalla ESI di Napoli.

OPERE
Filosofia e scienze nel pensiero di Croce, Giannini, Napoli 1984; Werner Heisenberg. La filosofia di un fisico, Giannini, Napoli 1987; Croce e il problema del metodo, Pagano, Napoli, 1991; Scienziati e nuove immagini del mondo, Marzorati, Milano, 1994. Ha curato le seguenti edizioni: w.heisenberg, Indeterminazione e realtÓ, Guida, Napoli, 1991; b.croce, La storia ridotta sotto il concetto generale dell'arte, Perna, Messina, 1993; AA.VV., Storicismo come tradizione, Perna, Messina, 1994; b. croce, Dialogo con Hegel, ESI, Napoli, l995; a. einstein, Corrispondenza con Michele Besso, Guida, Napoli, l995. Ha collaborato a numerose opere collettive con scritti su Kant, Vailati, Scaravelli, Schroedinger, Bohr, Prigogine. Ha in preparazione un volume sull'interpretazione della filosofia greca da parte di Popper, Husserl, Schr÷dinger ed Heisenberg e una raccolta di scritti filosofici di Heisenberg.

PENSIERO
Giuseppe Gembillo, allievo di Raffaello Franchini e Girolamo Cotroneo, si Ŕ formato in ambito filosofico, alla scuola di Vico, Kant, Hegel e Croce; in ambito scientifico-epistemologico a quella di Mach, Heisenberg, Bohr e Prigogine. Ha rivolto particolare attenzione alla svolta logica impressa da Hegel al pensiero, e alla rivoluzione scientifica determinata dalla scoperta del secondo principio della termodinamica, in conseguenza del quale il tempo, da astratto parametro, esterno ai fenomeni naturali, Ŕ stato riconosciuto come una struttura che li connota in maniera essenziale. Allo scopo di chiarire meglio questi suoi convincimenti e di delineare storicamente e teoricamente il passaggio dal "riduzionismo" alla "complessitÓ", sta indagando su due temi: la filosofia dei fisici quantistici e l'epistemologia di Prigogine e di Mandelbrot.
Giuseppe Gembillo ha studiato i temi dello storicismo da Vico a Croce e il rapporto filosofia-scienze nel Novecento. Si Ŕ occupato in particolare del pensiero di Benedetto Croce e degli scienziati contemporanei.


Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Aforismi

Interviste

Tutti i diritti riservati