Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Jean–Robert Armogathe

1947

Documenti correlati

VITA
Jean–Robert Armogathe nasce nel 1947. Studente all'Ecole Normale Supérieure a Parigi, ottiene quindi il dottorato francese in Filosofia. Chargé de cours all'Ecole des Hautes Etudes a Parigi sin dal 1970, successivamente viene promosso professore, sempre agli Hautes Etudes. La sua direzione di studi ha preso il titolo, datogli da Alexandre Koyré, di "Storia delle idee scientifiche e religiose nell'Europa moderna". Parallelamente sviluppa degli studi a carattere scientifico: ammesso in una scuola di ingegneria, per anni studia matematica. Si diploma in teologia patristica, dopo aver studiato da giovane negli Stati Uniti (a Seattle, Wash.) e in Gran Bretagna. Lettore alla Humboldt-Universität a Berlino Est nel 1969-70, poi Gastdozent alla Martin-Luther Universität di Halle (Wittenberg). È stato Visiting Fellow ad Oxford (Trinity College, All Souls College), associato alle Università di Milano (Sacro Cuore), Pavia e Roma. Nel 1993 viene eletto membro associato dell'Accademia internazionale di storia e filosofia delle scienze. È redattore della rivista cattolica internazionale "Communio".

OPERE
Tra le sue pubblicazioni: Le quiétisme, P.U.F., Paris, 1973; Index des "Regulae ad directionem ingenii" de Réné Descartes, Ateneo, Roma 1976; Les vingt-et-une réformes de l'Eglise, Fayard, Paris, 1977 (tradotto in tedesco, italiano, portoghese e croato); Theologia cartesiana. L'explication physique de l'Eucharistie chez Descartes et dom Desgabets, Nijhoff, La Haye, 1977; Paul, ou l'impossible unité, Paris, 1980; con V. Orel, Gregor Mendel, Paris, 1984; Croire en liberté. L'Eglise catholique et la révocation de l'Edit de Nantes, O.E.I.L., 1985. Curatore della Correspondence di Descartes per La Pléiade, Gallimard, dirige presso le Presses Universitaires de France una vasta Histoire générale du Christianisme, in tre volumi.

PENSIERO
La sua "storia filosofica delle idee" è stata ispirata in particolare dai suoi maestri, Yvon Belaval, Henri Gouhier e Ferdinand Alquié. Si è occupato essenzialmente della congiunzione, nell'ambito dell'Europa moderna, della metafisica, della teologia e delle scienze, proseguendo in questo l'insegnamento di Alexandre Koyré (1892-1964). In particolare si è soffermato sul Seicento e su Cartesio, di cui è specialista. Da qui il suo lavoro monumentale sulla Bibbia nel Seicento. Invitato di frequente da molte università europee e nordamericane, unisce nel suo lavoro la ricerca erudita nei fondi d'archivio e di biblioteca con la competenza nella lessicologia automatica su computer.


Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Trasmissioni

Aforismi

Interviste

Tutti i diritti riservati