Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Cittą del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Willard Van Orman Quine

Il linguaggio e gli oggetti: la reificazione

27/5/1992
Documenti correlati

Quine inizia affrontando l'importante tema della reificazione a cui connette la problematica dell'induzione, della formazione delle abitudini; le sue analisi si basano fondamentalmente sulle nozioni di apprendimento, «similaritą percettiva» ed innatismo, visto in stretta connessione con la teoria dell'evoluzione biologica. In seguito Quine esamina il concetto di reificazione concentrandosi sul linguaggio ed elaborando una sorta di psicolinguistica comprensiva degli sviluppi della biologia ed etologia. Egli distingue fra proposizioni osservative e proposizioni predicative, affermando che le prime sono comuni agli uomini ed agli animali mentre le seconde contraddistinguono solo il linguaggio umano. Dopo aver parlato della reificazione dei corpi, degli oggetti concreti, Quine passa ad analizzare la reificazione, che avviene nel linguaggio, degli oggetti astratti, quali i numeri ed i pronomi facendo direttamente riferimento alla logica dei predicati. La reificazione č poi importante per le stesse procedure di verifica e controllo delle teorie scientifiche; in questo - afferma Quine consiste il suo contributo alla scienza. Le riflessioni conclusive di Quine vogliono , in un certo qual modo, esporre la pluralitą dei campi applicativi della reificazione: il mondo degli oggetti concreti e dei corpi ed il mondo degli oggetti astratti: i numeri e gli elementi astratti del linguaggio.

U.S.A., Cambridge, Harvard University, 28 maggio 1992


Biografia di Willard Van Orman Quine

Tutti i diritti riservati