Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Barbara Cassin

Sofistica, retorica, ontologia

16/5/1994
Documenti correlati

La sofistica è un fatto di struttura e nasce dalla struttura stessa della filosofia: Gorgia nel Trattato del non essere mostra che all'interno del poema di Parmenide,

al contrario di quanto è in esso sostenuto, l'essere è un effetto del dire: ciò che viene prima è il linguaggio, il discorso e non l'essere. La sofistica è insopportabile per la filosofia, mostra i limiti e le conseguenze di ciò che afferma, per questo il sofista è allontanato e considerato un impostore. Nella rilettura contemporanea la sofistica è considerata eminentemente politica, è una retorica politica che consente la costruzione della città intesa come l'insieme dei discorsi che la compongono. I sofisti furono i primi a sfruttare i ‘performativi’, vale a dire quelle asserzioni che non comunicano qualcosa, ma producono effetto nel mondo, e mostrare il nesso tra città, parola e ‘omologia’, accordo tra discorsi. Tracce di questo accordo si ritrovano in Aristotele per cui, il consenso - l'omologia - è il risultato del contributo che ciascuno è chiamato a portare a partire dalla propria prospettiva singola.

Barbara Cassin descrive il contenuto delle Confutazioni sofistiche di Aristotele e spiega il concetto di ‘omonimia’, che è alla base del principio di non contraddizione; approfondisce il rapporto tra sofistica e ironia socratica e l'idea sofistica di connaturalità tra ‘doxa’ e ‘aletheia’.

Affronta, quindi, il tema del rapporto tra retorica, sofistica e filosofia, distingue l'efficacia sofistica da quella pragmatica, ritiene che tra i filosofi contemporanei Deleuze, Foucault e Millplateau possiedano una forza tipicamente sofistica e conclude esponendo alcuni effetti prodotti dalla sofistica, tra cui la messa in questione della storia della filosofia greca e della separazione tra i linguaggi, e tra filosofia e letteratura.

Parigi, Istituto Italiano di Cultura, 16 maggio 1994


Biografia di Barbara Cassin

Partecipa al forum "I classici"

Tutti i diritti riservati