Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Emilio Garroni

L'estetica come filosofia del senso

1/12/1993
Documenti correlati

Secondo Garroni punto nodale dell'estetica è il problema del senso come condizione del significato, qualcosa di anteriore allo stesso significato dei concetti. E che rende comunicabile una data esperienza: «senso comune». Tale «condizione originaria» è però per Garroni un paradosso poiché di essa dobbiamo parlare pur essendo indicibile. Un paradosso analogo investe la stessa filosofia trascendentale che indaga la possibilità dell'esperire e del conoscere, come per Garroni avvertirono filosofi diversi: Croce, Heidegger e Wittgenstein. Non è del tutto spiegabile il perché dal Settecento l'arte incarni questa esigenza diventando esemplare in opere determinate del senso altrimenti indicibile della totalità della esperienza. Questo carattere dell'arte è contingente, e Garroni vede una caduta progressiva di senso ad iniziare dall'Ottocento, quindi nel fenomeno di reazione dell'avanguardia, o nell'attuale arte di consumo. Comunque l'arte non cesserà anche se cedesse tale capacità ad altre attività, come è accaduto per mito, religione o politica. Garroni spiega dove finisce la analogia tra le tre nozioni di circolo: ermeneutico, estetico e critico. Solo il primo tende a una certa chiusura in sé. Per concludere Garroni torna sul paradosso della filosofia che, pur non essendo sapere, produce involontariamente un sapere ed anche una metafisica: poiché essa è interrogazione, una comprensione che porta a una ri-comprensione.

Roma, DSE, 1 dicembre 1993


Biografia di Emilio Garroni

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I contemporanei"

Tutti i diritti riservati