Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Hans Georg Gadamer

La dialettica hegeliana

10/4/1991
Documenti correlati

Gadamer osserva come il termine «dialettica» fu usato in filosofia per primo da Platone. Egli lo adoperava per indicare la maniera in cui Socrate, nella discussione, riusciva a portare un'altra persona alla verità. Il significato di «dialettica» perse via via l'idea di dialogo per acquisire quella di metodo di conoscenza, sebbene la dialettica come metodo di conoscenza continuato ad essere legata all'idea del dialogo, come è riscontrabile in San Tommaso. Cartesio e la scienza moderna riprendono il concetto greco di «metodo» per imporre invece la forza coercitiva del monologo scientifico. Hegel intendeva adoperare il concetto moderno di metodo per esporre la totalità del sapere, ma il metodo che egli scelse fu proprio il pensiero dialettico, ed utilizzò la dialettica per rendere palese che in ogni frase il predicato ed il soggetto possono essere scambiati. Gadamer rileva inoltre come già la logica trascendentale di Kant, a differenza di quella formale aristotelica, non intendesse esaminare le regole del ragionamento ma determinare i presupposti stessi del processo conoscitivo, le condizioni di possibilità della esperienza. Fin dalle prime pagine la Scienza della logica di Hegel pone in evidenza che il metodo dialettico corrisponde alla caratteristica del pensiero di pensare l'essere e il nulla a partire dall'idea di movimento. Non è il soggetto che pensa a generare questo movimento di significati ma sono i concetti stessi che «riflettono», e spontaneamente rendono evidente ciò che li unisce. Gadamer analizza la relazione dinamica tra «essere», «verità», «essenza» e «concetto», trovando un'analogia con l'iter che portò la filosofia greca a porre l'«idea» come vera realtà dell'essere. Il termine «logica» in Hegel rivela così la sua analogia con quello di «logos», che dominò la filosofia greca da Platone ad oltre Aristotele, e che fu preparato dai Presocratici.

Fermo, Palazzo dei Priori, 10 aprile 1991


Biografia di Hans Georg Gadamer

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I pensatori moderni"

Tutti i diritti riservati