Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Umberto Curi

"Guerra" e "politica" nel pensiero moderno

14/3/1988
Documenti correlati

Nell'età moderna molti autori sono accomunati dalla riflessione sul rapporto tra guerra e politica, anche per l'incidenza storica che le guerre ebbero nella vita del tempo. Curi presenta la visione hobbesiana della guerra e della pace, dalla quale, a suo parere, Kant non si discosterebbe molto. Per Kant la pace esprime un'ideale più etico che politico ed è una necessità al fine di evitare la belligeranza permanente dello stato di natura. Fichte ed Hegel attribuiscono alla guerra il valore di ideale etico che Kant attribuiva alla pace, fino ad affermare che in essa si incarna lo spirito di un popolo. Marx analizza il ruolo storico e la funzione produttiva della guerra nel 1857, ma già nel 1848 egli aveva espresso la convinzione della necessità di una guerra mondiale per la rivoluzione proletaria (perciò un'interpretazione pacifista di Marx tradisce la sua considerazione del conflitto come elemento produttivo). La lotta di classe non è stasis, guerra civile, ma polemos poiché il concetto di fratellanza vale solo all'interno di ciascuna classe. Curi considera anche la tensione tra cosmopolitismo umanitario socialista e la teorizzazione della guerra per l'emancipazione sociale. Gramsci fu pensatore originale che, nella riflessione sulla guerra, mise in luce l'analogia tra strategia politica e manovra militare. Con la possibilità di una guerra nucleare è ormai definitivamente conclusa la fase storica di un'alternanza tra guerra e politica, perciò occorre ritornare al concetto platonico di fratellanza, ricordando che ogni guerra nucleare sarebbe stasis e non polemos e che la pace deve diventare obiettivo politico (Il limite del pacifismo attuale è proprio nel suo carattere antipolitico).


Biografia di Umberto Curi

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I contemporanei"

Tutti i diritti riservati