Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Sten Ebbesen

La logica medievale

25/2/1994
Documenti correlati

Ebbesen rileva come fin dall'inizio del XII secolo la tradizione di studi di logica dell'Europa occidentale appaia già a un livello estremamente sofisticato, riguardando anche una modalità di condurre le argomentazioni che metteva fortemente l'accento sulla forma della disputa e sulla discussione. La seconda metà del XII secolo appare per molti versi dominata dalle Confutazioni sofistiche di Aristotele. Nello stesso periodo circolarono anche altre opere aristoteliche, come gli Analitici primi, e gli studiosi cominciarono ad interessarsi alla teoria aristotelica della conoscenza e della scienza senza tuttavia riuscire ad averne un quadro completo. Nel XIII secolo assistiamo all'affermarsi di una lettura più fedele delle opere aristoteliche ma con differenti sviluppi. Nel caso della semantica, Ebbesen ricorda come ad Oxford fosse dedicata una notevole attenzione alla suppositio, concetto vicino a quello di «estensione», mentre a Parigi l'attenzione era più rivolta verso un approccio «intensionale». La figura di Boezio appare quasi come un momento culminante di questo sviluppo parigino della filosofia aristotelica nel XIII secolo, nel momento in cui alcune discordanze tra filosofia e fede cristiana, come quelle sull'eternità del mondo e della nascita dell'uomo, erano diventate uno spinoso problema. Riguardo ai motivi della comparsa di un nuovo nominalismo durante il XIV secolo, di cui Guglielmo di Ockham e Giovanni Buridano rappresentano le due figure fondamentali, per Ebbesen si può sostenere che la tradizione nominalistica del XII secolo era rimasta latente per tutto il tempo intermedio; ma soprattutto si devono tener presenti le difficoltà teoretiche sorte all'interno della scienza della logica che spingevano verso la necessità di ritornare alle proprie radici.


Biografia di Sten Ebbesen

Partecipa al forum "I classici"

Tutti i diritti riservati