Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La CittÓ del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
ę Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Nicholas Tertulian

Heidegger e il nazionalsocialismo

6/12/1988
Documenti correlati

Nicolas Tertulian parla approfonditamente delle pubblicazioni e delle testimonianze degli ultimi quindici anni sull' impegno filosofico e politico di Heidegger a favore del nazionalsocialismo facendo riferimento soprattutto alle testimonianze di Jaspers e L÷with. Tra gli avvenimenti che caratterizzarono l'adesione di Heidegger al nazionalsocialismo, Tertulian dÓ particolare importanza alla rottura dei rapporti con Edmund Husserl, suo maestro e mentore. Questa rottura avvenne nel 1933 quando Husserl ricevette una lettera ufficiale da parte di Heidegger, rettore dell'UniversitÓ di Friburgo, che gli rendeva noto che egli - in quanto ebreo - veniva privato dell'insegnamento. Dopo essersi brevemente soffermato sui documenti che testimoniano l'ottima reputazione che Heidegger godeva presso le autoritÓ naziste , Tertulian passa a considerare le reali implicazioni che il pensiero filosofico stesso Heidegger ha avuto con l'ideologia nazionalsocialista. Successivamente vengono esaminati i corsi di Heidegger tenuti negli anni del nazismo, per evidenziarne gli aspetti filosofici in rapporto a quelli politici nei confronti degli eventi storici del tempo, anche mediante altre testimonianze sul suo impegno politico. Tertulian sostiene la valenza anche politica della nozione di "angoscia" - uno dei punti nevralgici della filosofia heideggeriana - e sottolinea come Heidegger non abbia mai sconfessato pubblicamente il regime nazista, neppure dopo il 1945. Infine, parlando dell'attualitÓ del filosofo di Messkirch, nonostante la sua "imbarazzante" compromissione col nazismo, Tertulian rileva l'importanza di Essere e tempo e della Lettera sull'Umanesimo in particolare, e si sofferma sulla concezione heideggeriana della "scienza" e della "veritÓ" come aletheia.


Biografia di Nicholas Tertulian

Aforismi derivati da quest'intervista

Tutti i diritti riservati