Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Mirko Grmek

La vita tra nascita e morte

26/6/1989
Documenti correlati

Mirko Grmek spiega le ragioni del suo interesse storico e biologico per il problema della morte; accenna inoltre ai modi con cui diverse civiltà si pongono rispetto alla morte, espone ciò che intende per morte come "evento" e come "processo", nonchè le conseguenze positive insite nella definizione di morte come "processo". In seguito Grmek argomenta su alcuni risultati delle ricerche mediche dall'800 in poi, mostrando come grazie ad esse, sono stati introdotti in medicina i nuovi concetti sulla morte. Argomenta poi sul valore del trapianto del cuore e su alcuni esperimenti medici compiuti di recente, su casi di "morte cerebrale", evidenziandone anche i problemi etici. Successivamente egli sottolinea che la morte è definita di solito come "cerebrale" ed è accettata come tale dopo la dichiarazione di almeno tre medici; parla inoltre dell'attività elettrica del cervello, come criterio fondamentale che di solito viene usato per accertare la morte di un individuo. Dopodichè Grmek mostra da un punto di vista demografico, i cambiamenti che si sono avuti nella morte, con i conseguenti modi diversi di affrontarla nella società. Poi egli esamina la coppia "vita-morte" come "opposizione" e come "unità" da un punto di vista filosofico e biologico ; quindi affronta il problema della «vita senza la morte» riferendosi al contenuto di una cellula e alla attività di "riproduzione". M.Grmek spiega poi il significato biologico della morte e discute quello ontologico e metafisico. Infine egli indica la differenza tra la morte come "evento" da un punto di vista ontologico, e come processo secondo quello biologico, soffermandosi su alcune esperienze e significati relativi alla morte, anche rispetto ad alcune civiltà.


Biografia di Mirko Grmek

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Tutti i diritti riservati