Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Gennaro Sasso

Etica e politica

20/11/1989
Documenti correlati

Gennaro Sasso comincia con l'analizzare il concetto di relazione tra etica e politica: la relazione di etica e politica evidentemente non è una realtà neutra che possa essere considerata in sé come non etica e non politica, ma essa stessa può essere o etica oppure politica: in un caso la politica finisce con l'essere una parte dell'etica, nell'altro l'etica una parte della politica. Se la politica, ad esempio, viene intesa come uno strumento per la salvaguardia dei valori etici della comunità finisce con l'essere inclusa dall'etica. Nel terzo libro della Politica Aristotele presenta la tesi della coincidenza tra etica e politica: ma si deve osservare in proposito che Aristotele considera le forme politiche rette e le forme politiche oblique, quelle in cui la coincidenza tra etica e politica si realizza e quelle in cui questa coincidenza non si realizza: ma allora è chiaro, dice Sasso, che il tema pericoloso e inquietante della non coincidenza dell'etica e della politica si ritrova nelle pieghe del discorso aristotelico. Il sacrificio di un individuo per lo stato non rappresenta un valore etico come tale, ma solo in funzione dell'etica può valere come valore: cosicché tutto sta a valutare di volta in volta la singola azione: lo stato non è un valore etico, e questo apre diversi problemi filosofici. A questo punto Sasso svolge per esteso, nelle linee fondamentali, l'analisi del concetto di relazione riferito al nesso etica/politica: in ognuna delle possibili alternative concettuali che il concetto di relazione tra etica e politica presenta, si perdono i termini della relazione, ossia l'etica e la politica. Naturalmente, anche la scissione di etica e politica implica una relazione. La politica è tanto più terribile in quanto viene considerata come qualcosa che ha in se stessa un valore: al contrario, contro la totalizzazione dei valori in nome della politica devono emergere le altre cose che l'uomo fa. Sasso si sofferma poi a spiegare il rapporto dell'etica e della politica nella teorizzazione di Benedetto Croce. L'interpretazione crociana di Machiavelli come teorico dell'autonomia della politica riflette, dice Sasso, i principi della filosofia crociana: l'autonomia della politica è pensata infatti come «autonomia da..», come autonomia dalla morale. Ma in Machiavelli non esiste questa opposizione: la politica in Machiavelli non è autonoma, ma assoluta. Sul nesso tra fine e mezzi bisogna osservare che l'aspetto crudo della politica è legato alla necessità che impone la Fortuna.


Biografia di Gennaro Sasso

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Tutti i diritti riservati