Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Armando Rigobello

Il personalismo: fenomeno storico e corrente di pensiero

30/10/1991
Documenti correlati

Dopo aver precisato che il personalismo più che una corrente o una scuola filosofica omogenea è la rivendicazione multiforme del valore assoluto della "persona", Armando Rigobello ne individua un possibile inizio nella rivista Esprit fondata negli anni Trenta da Emanuel Mounier. Il personalismo trova la sua specificità in un concetto di "persona" che si differenzia sia da quello giuridico sia da quello metafisico di tipo tomistico, ma anche dal concetto di "esistenza" tipico dell'esistenzialismo che rifiuta una consistenza, un nucleo stabile che sappia disciplinare l'esperienza soggettiva e che il personalismo cerca di istituire anche se non nei termini della sostanza aristotelica. Rigobello passa, poi, ad illustrare l'impegno etico-politico del personalismo e la sua posizione di dissenso, di critica nei confronti della realtà. In un confronto con il personalismo francese, Rigobello coglie la peculiarità del personalismo italiano di Luigi Stefanini, Armando Carlini e Luigi Pareyson nell'esigenza di fare i conti con la cultura filosofica neoidealistica che altri Paesi europei non hanno conosciuto. Del personalismo vengono successivamente sottolineati quei caratteri che gli impediscono di essere ridotto a "ideologia", configurandosi, piuttosto, come denuncia del sistema, opposizione all'ideologia dominante. Rigobello conclude con un bilancio delle esigenze, dei temi e delle risposte del personalismo che conservano ancora una qualche attualità e individua l'esistenza di un filone dell'ermeneutica che si ispira al personalismo e indica nella irriducibilità della persona a fatto giuridico o ontologico una istanza vitale gravida di conseguenze anche nel modo di concepire la vita politica.


Biografia di Armando Rigobello

Tutti i diritti riservati