Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La CittÓ del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
ę Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Vittorio H÷sle

L'universalismo nella filosofia morale

5/10/1994
Documenti correlati

L'etica razionale, secondo H÷sle, si fonda su proposizioni che possono essere vere o false, mentre i desideri e i sentimenti non possono soddisfare questa esigenza. impossibile ridurre l'etica ad un'analisi di preferenze soggettive; inoltre le proposizioni normative dell'etica non possono basarsi sulle proposizioni descrittive. L'intenzionalismo etico, chiarisce H÷sle, fu sviluppato in maniera radicale da Kant. Solo le intenzioni della volontÓ umana possono avere una valenza morale. H÷sle evidenzia la sua posizione critica nei confronti dell'intenzionalismo etico che si distingue nettamente dalle forme arcaiche di eticitÓ. Un altro problema lasciato aperto dall'etica intenzionalista Ŕ il rapporto tra l'azione e la disposizione d'animo che si affianca a quello della colpa collettiva. L'etica moderna della societÓ occidentale Ŕ caratterizzata dall'universalismo. Secondo H÷sle l'universalismo moderno rappresenta, per certi aspetti, lo sviluppo del concetto tradizionale di giustizia.


Biografia di Vittorio H÷sle

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Tutti i diritti riservati