Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Massimo Cacciari

Il libero arbitrio

8/4/1993
Documenti correlati

Massimo Cacciari sottolinea l'importanza della domanda intorno alla libertà dell'uomo e alla sua possibilità. Il tema della libertà si congiunge direttamente a quello del male. Le teorie che rimandano alla «caduta» dell'anima nel mondo l'origine del male si trovano di fronte alla seguente difficoltà: o la caduta è necessaria, e allora l'anima non compie il male, oppure essa è responsabile della caduta: ma allora il male precede la caduta. Dio è innocente per questa caduta? Secondo Agostino, Dio, volendoci liberi, ci ha resi capaci di compiere il male. Si pone così il problema della salvezza, perché se l'uomo è peccatore, non può salvarsi da solo. La salvezza non è compresa nelle possibilità umane. Mentre Erasmo, secondo Cacciari, appartiene al mondo passato dell'Umanesimo e del Rinascimento, assumendo una posizione che rientra nell'ambito della teodicea, Lutero tronca di netto, dichiarandola insensata, ogni questione relativa all'innocenza o alla colpevolezza di Dio. C'è un'analogia tra il problema del libertà e quello del tempo: entrambi non riusciamo a comprenderli al modo in cui comprendiamo, dimostriamo e calcoliamo i fenomeni. Non è possibile, insomma, secondo quanto emerge dalla posizione di Lutero, provare che siamo liberi.


Biografia di Massimo Cacciari

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I pensatori moderni"

Tutti i diritti riservati