Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Carlo Tullio-Altan

Identità etniche e valori universali

21/12/1995
Documenti correlati

Secondo Carlo Tullio-Altan per rispondere al problema dei nuovi conflitti etnici è utile tener conto della componente simbolica dell'identità etnica. Essa è costituita principalmente dalla memoria storica, dalle istituzioni e dai costumi, dalla lingua, dalla discendenza come sistema di parentele e gerarchie, e infine dal territorio: potremmo dire epos, ethnos, logos, genos e oikos. Per dar ragione dei conflitti interetnici del presente bisogna esaminare la parte recitata dall'ethnos, cioè dalla componente simbolica, in un'altra serie di elementi di cui la storia si sostanzia: l'ecosistema nel quale un evento si produce; l'attività economica; le forze sociali e la cultura come insieme di saperi e credenze. L'ethnos funziona come un "ideal-tipo" weberiano, è cioè un modello analitico. Per Altan le principali tappe nel processo di trasformazione sono: la caccia-raccolta, da cui si è passati all'agricoltura; poi, con l'aumento delle capacità di produzione, si è prodotta la possibilità di accumulazione e capitalizzazione, da cui i dislivelli di ricchezza fra gruppo e gruppo e le lotte per impadronirsi dei beni degli altri. Rivoluzione agricola- guerra. Dal punto di vista culturale abbiamo attorno al I millennio a.C. la nascita delle religioni; dal VI-V secolo a.C la rielaborazione razionale del patrimonio simbolico in Grecia, ma anche in Cina, anche se la filosofia cinese si tiene più alla dimensione mitica.
Ogni successione di passaggi storici corrisponde alla formazione di valori, che ne interpretano e ne garantiscono la sussistenza in quanto equilibri e soggetti storicamente validi.Ovviamente il processo di trasformazione non è stato uniforme: non tutti gli Stati sono giunti alla democrazia compiuta, e quelli che vi sono giunti lo hanno fatto in modi diversi e così anche i valori sono diversi. Gli Stati Uniti sono un esempio di identità etnica formatasi con l'apporto di più identità attorno ad una base condivisa di valori democratici: ma ciò è costato il genocidio delle popolazioni indigene. Un discorso a parte merita - sottolinea Altan - il mondo ex colonizzato: ci sono stati diversi tipi di colonizzazione, più o meno violenti, che hanno sconvolto gli equilibri e i sistemi di valori dei popoli sottomessi, senza offrire loro quelli democratici, che tra l'altro sono loro totalmente estranei.
Visto che si sta andando verso un ordinamento internazionale è possibile il superamento del concetto di nazione?

Milano, abitazione - 21 dicembre 1995


Biografia di Carlo Tullio-Altan

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Tutti i diritti riservati