Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Cittą del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Umberto Curi

La teoria delle catastrofi

14/3/1988
Documenti correlati

Il termine «catastrofe» non ha, nel suo significato etimologico, connotazioni negative. Esso assume un significato tecnico nella Poetica di Aristotele, dove indica il momento in cui si scioglie l'intreccio, e quindi rappresenta il punto critico della tragedia, caratterizzato dal passaggio del protagonista da uno stato di felicitą a uno di infelicitą. Si tratta di un cambiamento repentino, che tuttavia č sottoposto a una serie di regole dell'arte tragica, in modo da risultare assimilabile, per Curi, al concetto di catastrofe elaborato da Thom. Dopo Aristotele non troviamo niente di analogo al "punto di catastrofe" fino all'Ottocento. A questo periodo risale infatti la disputa tra gli «uniformisti» e i «catastrofisti» in geologia e paleontologia. In conclusione Curi esprime un giudizio sostanzialmente positivo sulla teoria delle catastrofi, in vista dei suoi possibili sviluppi in campi sempre nuovi.


Biografia di Umberto Curi

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I classici"

Tutti i diritti riservati