Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Ralf Gustav Dahrendorf

La politica della modernità

23/7/1989
Documenti correlati

Nella società umana sono innanzitutto in questione le chances di vita. Kant ed Hegel possono rappresentare due punti ideali di riferimento teorici contrastanti: per la valorizzazione dell'antagonismo in un caso, e, nell'altro caso, per la continua ricerca della sintesi come risolutiva del conflitto. Il liberalismo deve estendersi al Terzo mondo. La scienza e la prassi sono due mondi distinti, la politica non può essere considerata una scienza. Il fallimento del comunismo è una ulteriore prova della fondatezza dei principi del liberalismo. I valori della modernità, e tra questi il liberalismo, sono da contrapporre ai movimenti antimoderni come il post-modernismo. In Rousseau Darhendorf individua più unprecursore del totalitarismo che non un teorico della democrazia. La filosofia pratica è un importante elemento nella discussione pubblica e politica, se non si appiattisce sul positivismo e se si ispira al principio dell'incertezza. Riprendendo Kant, Darhendorf avanza la tesi della necessità di un ordinamento mondiale, anche se la storia più recente dimostra che la collaborazione internazionale è stata possibile in una situazione di egemonia degli Stati Uniti come potenza garante.


Biografia di Ralf Gustav Dahrendorf

Interviste dello stesso autore

Partecipa al forum "I contemporanei"

Tutti i diritti riservati