Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

Edgar Morin

Appello per la filosofia. Riflessione critica e specialismo scientifico

19/5/1993
Documenti correlati

Edgard Morin sottoscrive pienamente l'Appello per la filosofia ricordando che sono proprio l'iperspecializzazione scientifica e la frantumazione della conoscenza a far aumentare il bisogno di riflessione nei confronti di un contesto altrimenti sfuggente; la filosofia deve rimanere una disciplina aperta al sapere del suo tempo, anche se attualmente si assiste piuttosto ad un divorzio dalla scienza; la filosofia si trova al centro della cultura umanistica (Morin sottolinea in particolare il suo rapporto con la letteratura) ed è una sorta di conoscenza di secondo grado indispensabile nella formazione dei cittadini, giacché insegna a ciascuno a pensare in modo autonomo fecondando l'esistenza quotidiana; perciò la filosofia deve aprirsi alle proprie virtualità e non chiudersi in sé come disciplina . Noi reinterpretiamo continuamente il passato in funzione del presente, ciò risulta evidente, per esempio, nell'approccio alla Rivoluzione Francese, comprensibile solo in un atto di riflessione che tenga conto anche del suo seguito; attualmente l'eccesso di informazione ci fa vivere invece piuttosto in un eterno presente mentre solo la riflessione filosofica può ricostituire un rapporto tra presente, passato e futuro . La nuova esperienza degli studi di filosofia che si aprono come dei servizi di consulenza per aiutare a riflettere e a prendere decisioni ripropone con nuova stringenza il metodo maieutico di Socrate, in cui è l'individuo stesso a trovare la verità grazie al filosofo; Morin auspica quindi che i professori di filosofia siano più consequenti nel comportamento e nella vita, non riducendo la filosofia ad una semplice professione, ma ritrovando piuttosto la connessione tra idea e vita in un processo di autorigenerazione . Spesso i filosofi hanno riflettuto sulla scienza e sulla tecnica, comunque quello filosofico deve essere uno sguardo critico e comprensivo sulla nostra società, che ci permetta altresì di reagire alle coercizioni cui siamo sottoposti quotidianamente . La filosofia è in primo luogo interrogazione e resterà fedele a se stessa se saprà mantenere aperte le questioni fondamentali, che sono di grande rilievo anche nell'educazione dei giovani, giacché permettono di trovare le connessione tra le varie discipline . La specializzazione non serve a risolvere i problemi fondamentali, nessuna soluzione globale può essere trovata infatti in una sola disciplina, le stesse imprese, nelle loro scelte di assunzione, hanno incominciato a comprendere che l'agilità mentale di una formazione culturale generale permette la pluricompetenza assai più che non una specializzazione ristretta . Il limite dei media è nella loro superficialità e nel loro essere organizzati in base a programmi predeterminati, d'altronde è lo stesso stile frenetico della vita attuale a motivare una ricerca di svago così poco impegnativo; il compito dell'insegnante dovrebbe essere anche quello di permettere una riflessione critica sui media, per esempio attraverso lo studio e la conoscenza delle loro tecniche


Biografia di Edgar Morin

Aforismi derivati da quest'intervista

Interviste dello stesso autore

Tutti i diritti riservati