Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
www.filosofia.rai.it
Search RAI Educational
La Città del Pensiero
Le puntate de Il Grillo
Tommaso:
il piacere di ragionare
Il Cammino della Filosofia
Aforismi
Tv tematica
Trasmissioni radiofoniche
Articoli a stampa
Lo Stato di Salute
della Ragione nel Mondo
Le interviste dell'EMSF
I percorsi tematici
Le biografie
I brani antologici
EMSF scuola
Mappa
© Copyright
Rai Educational
 

Interviste

William Beveridge

La scoperta scientifica - Storia dell'universo

27/6/1990
Documenti correlati

William J. Beveridge racconta la storia delle epidemie influenzali, la scoperta della loro origine dovuta al mutamento del genoma del virus, le caratteristiche del virus dell'influenza, dichiarandosi scettico circa la possibilità di sconfiggere una volta per tutte questa malattia.

Beveridge descrive, quindi, la sua teoria della scoperta scentifica, il passaggio tra mente satura e intuizione, le procedure di validazione di un'ipotesi, spiega il ruolo degli esperimenti, e sottolinea, infine, l'importanza delle osservazioni casuali. Il metodo scientifico, afferma, non esiste; forse, è solo un mito creato dai filosofi. Esistono però una logica deduttiva e una logica induttiva, l'una analitica e l'altra sintetica. La filosofia o la storia della scienza non possono essere molto utili ai ricercatori nel loro lavoro quotidiano: è importante tuttavia che siano consapevoli dell'inaffidabilità del procedimento induttivo, dell'insufficienza del metodo riduzionista quando si esaminano gli organismi, e delle dicotomie operanti nella costruzione delle conoscenze biologiche.

Forio d'Ischia, 27 giugno 1990

Biografia di William Beveridge

Tutti i diritti riservati