29 Dicembre giornata mondiale della biodiversità proclamata dalle Nazioni Unite
Gli obiettivi della Convenzione sulla Diversità Biologica sono “ la conservazione della diversità biologica , l’uso sostenibile delle sue componenti e la giusta condivisione dei benefici che derivano dall’utilizzazione delle risorse genetiche” . La convenzione è il primo accordo globale che si indirizza a tutti gli aspetti della diversità biologica: risorse genetiche, specie animali, ecosistemi. Essa riconosce per la prima volta che la conservazione della diversità biologica è un interesse comune dell’umanità” e una parte integrale del processo di sviluppo. Per raggiungere i suoi obiettivi , la convenzione in accordo con lo spirito della Dichiarazione di Rio sullo sviluppo e l’ambiente, promuove una rinnovata cooperazione tra tutte le nazioni.

Testo del messaggio del segretario generale del’ONU Kofi Annan in occasione della Giornata Internazionale della Diversità Biologica

Gli ecosistemi sono i produttori principali della Terra - fabbriche alimentate dall’energia solare che forniscono cibo,  fibre, acqua e altri elementi necessari che nessuna tecnologia umana riuscirebbe ad eguagliare. Gli ecosistemi assolvono a funzioni fondamentali come il controllo del clima, il ciclo nutrizionale e la formazione del suolo. La raccolta dei prodotti forniti dagli ecosistemi forma la base delle nostre economie. Nondimeno gli ecosistemi nutrono anche le nostre anime, ci forniscono luoghi per le espressioni religiose, luoghi di bellezza estetica e di ricreazione.
Il nostro sviluppo futuro e la nostra sicurezza dipendono dalla loro continua vitalità.
Gli scienziati ci dicono che le condizioni degli ecosistemi continuano a peggiorare. Ci avvertono che un loro ulteriore declino potrebbe avere conseguenze fatali per il benessere umano.Affermano che i prezzi che noi paghiamo per il cibo, l’acqua e gli altri centinaia di beni provenienti dagli ecosistemi non riflettono il costo reale che l’ambiente subisce quando li raccogliamo.
Questo ci porta a sottovalutarli e a sfruttarli più delle nostre reali necessità. Non c’e bisogno di uno scienziato per osservare che nella maggior parte dei casi i poveri soffrono maggiormente quando gli ecosistemi declinano, dal momento che sono gli unici i cui margini di sopravvivenza sono così esigui.
Ma la situazione non è senza speranza. La convenzione cui aderiscono 178 stati indica la via per un futuro sostenibile. La convenzione cerca di conservare la vita sulla terra. E’ uno dei degli accordi internazionali più estesi mai adottati. La cosa più importante è che cerca di indirizzare verso un approccio ecosistemico nella gestione dell’ambiente. In pratica questo significa che ogni decisione che viene presa sull’uso della terra o delle sue risorse viene stabilita in base al modo in cui influisce sul funzionamento essenziale dell’ecosistema. Questo approccio è fondamentale se vogliamo raggiungere e perseguire uno sviluppo sostenibile.
Perseguire gli obiettivi della convenzione richiede un progresso su molti fronti . La conoscenza esistente deve essere usata in modo più effettivo. Abbiamo bisogno di una comprensione più profonda dell’ecologia umana , e far si che questa comprensione sia condivisa da coloro che possono influenzare e intraprendere concrete politiche ambientali. Noi abbiamo bisogno di tecnologie ecologiche semplici in modo da essere utilizzate e disseminate in maniera estesa. Abbiamo bisogno di una cooperazione tecnica e finanziaria a livello internazionale. 
In questo giorno della diversità biologica lasciateci porre una nuova attenzione e un nuovo rispetto ai fragili ecosistemi della Terra. 
(trad.V. Bitti)


 Siti Internet 

Convention on Biological diversity
http://www.biodiv.org
Global biodiversity calendar
http://www.biodiv.org/conv/
events/events.asp
United Nations Enviroment Programme
http://www.unep.org/

European Centre for Nature Conservation
http://www.ecnc.nl/

World Conservation Monitoring Centre
http://www.wcmc.org.uk/


http://www.reteambiente.it/

  

Books
Campi di battaglia
Biodiversità e agricoltura industriale di Vandana Shiva

 

 

Da il Grillo

Gianni Francesco Mattioli

La terra e le sue risorse

(22/06/2000)

A che serve l'ecologia?
(16/03/1999)


La scienza salverà l'ambiente? 
(4/3/1998


Enrico Feoli
Che cos'e' un ecosistema
(15/03/1999)

..il fatto che l'uomo effettivamente consumi più risorse di quante ne abbia di bisogno è un dato di fatto. Il nostro sistema così come l'attuale sistema industriale non è un sistema sostenibile. …cosa vuol dire sviluppo sostenibile? È lo sviluppo che consente la vita delle attuali generazioni senza portare via niente alle generazioni future. Questo è un aspetto importante. Adesso, noi non viviamo in un sistema sostenibile e portiamo via risorse alle generazioni future...


Franco Prattico
Scienza e ambiente
(16/03/1999)


Salvatore Natoli
Un 'etica per l'ambiente
(17/03/1999)


Marcello Buiatti
Etica e ambiente
(10/04/2000)